Trasparenza
ABF - Guida Pratica - Arbitro Bancario Finanziario - RC00-01001
Finanziamento MLT PMI Jeremie Calabria - FI-6478

Co-Finanziamento Jeremie Calabria

Per le PMI operanti nella Regione

L' intervento è co-finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e dalla Regione Calabria nell'ambito del Programma Operativo per il periodo 2007-2013 (Asse Prioritario n. 7 "Migliorare le condizioni strutturali e sostenere la competitività dei sistemi produttivi e delle imprese "), e nel quadro delle "Risorse Europee Congiunte per le Micro, le Piccole e Medie Imprese (Joint European Resources for Micro to Medium Enterprises - JEREMIE) ".

Il Banco di Napoli, integrando le risorse Jeremie anche con fondi propri, mette a disposizione delle PMI operanti nella Regione finanziamenti a tasso agevolato per un ammontare complessivo di 52,5 milioni di euro, da erogare entro il 31/12/2015.


SOGGETTI AMMISSIBILI

Micro, piccole e medie imprese come definite dalla Raccomandazione della Commissione 2003/361/EC (PMI), con sede legale e unità produttiva oggetto dell'investimento nel territorio della Regione Calabria. Potranno beneficiare del finanziamento JEREMIE, altresì, PMI con sede legale fuori dalla Regione Calabria, purché abbiano almeno una sede operativa/unità produttiva in Regione Calabria e l'iniziativa riguardi investimenti (e l'eventuale incremento di circolante correlato a detti investimenti) in una o più di dette sedi operative. Particolare riguardo sarà dato alle PMI appartenenti ad una delle "reti d'impresa" riconosciute ai sensi della Legge n. 122/2010 (legge di conversione del Decreto Legge del 31 maggio 2010, n. 78).


SOGGETTI E ATTIVITA' ESCLUSI


PMI operanti nei seguenti settori:

  • Pesca e Acquacoltura, di cui al Regolamento del Consiglio (CE) No 104/2000
  • Produzione primaria dei prodotti agricoli, così come elencati nell'Annex I del trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea;
  • Settori di cui all'articolo 1 (c-g) della normativa de minimis.

Sono inoltre escluse le PMI il cui business è focalizzato in uno dei seguenti settori:

  • Tabacco e bevande alcoliche distillate;
  • Produzione e commercio di ogni tipo di armi e munizioni;
  • Gioco d'azzardo (incluso, per esempio, internet gambling);
  • Ricerca, sviluppo ed applicazioni tecniche collegate a programmi elettronici che abbiano come obiettivo lo sviluppo di attività di cui sopra, o della Pornografia, o che siano volte a consentire illegalmente l'accesso a reti informatiche o il download di software;
  • Ricerca, sviluppo ed applicazioni tecniche relative a clonazione umana per fini di ricerca o terapeutici o organismi geneticamente modificati.

Infine sono escluse le PMI che si trovano in condizioni tali da essere qualificate come "in difficoltà" ai sensi dell'art. 2.1 degli Orientamenti Comunitari in materia di Aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione delle imprese in difficoltà (GUCE C 244, 1.10.2004, p. 2), così come modificato o sostituito da future linee guida comunitarie.

FINALITÀ DEL FINANZIAMENTO

a) Investimenti in beni immateriali (spese di ricerca, brevetti, ecc.) (spese relative a costi capitalizzati)
b) Investimenti in beni materiali (impianti, macchinari, attrezzature, ecc.)
c) Capitale circolante collegato a investimenti di cui ai punti (a) o (b) sopra (come da business plan)
d) Capitale circolante in relazione alla creazione, al sostegno o all'espansione di nuove o già esistenti attività del business aziendale quali, a titolo esemplificativo: acquisto di scorte (materie prime e/o semilavorati e/o prodotti finiti), finanziamento di crediti esigibili e forniture di servizi strettamente legati al ciclo produttivo e/o commerciale.


Il finanziamento non può essere destinato a:

  • rifinanziamento, ristrutturazione o rimborso di esposizioni creditizie in essere
  • attività puramente finanziarie
  • attività immobiliari se intraprese come attività di investimento finanziario
  • credito al consumo


AVVIO DEGLI INVESTIMENTI
Gli investimenti non devono essere stati avviati da oltre 6 mesi antecedenti alla data di presentazione della domanda e comunque non prima del 17 maggio.2013.
Non sono ammissibili gli investimenti già conclusi alla data di richiesta del finanziamento.

CARATTERISTICHE DEI FINANZIAMENTI
I finanziamenti dovranno essere erogati entro il 31/12/2015

Importo: minimo 20.000 euro, massimo 900.000 euro.

Durata: minimo 12 mesi (36 mesi in caso di finanziamenti da erogare a stato avanzamento lavori), massimo 10 anni.

Rata con scadenza trimestrale.

Condizioni economiche: le condizioni massime applicabili sono riportate nel Foglio Informativo specifico.

Il finanziamento agevolato è concesso secondo il regime de minimis (Regolamento (CE) N. 1998/2006).

 

Garanzie ammissibili sui finanziamenti

La banca può richiedere garanzie reali e personali e specifiche cautele a tutela dell'intero finanziamento.
E' esclusa la possibilità di ricorrere alla garanzia del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI sia per la garanzia diretta sia per la controgaranzia.

Obblighi di mantenimento del bene
L'ubicazione degli investimenti dovrà essere mantenuta nel territorio della Regione Calabria per tutta la durata del finanziamento. La PMI dovrà comunicare preventivamente ogni eventuale delocalizzazione dovuta ad interventi manutentivi.
Ai sensi dell'articolo 57 del Regolamento CE 1083/2006, la PMI è comunque tenuta al mantenimento del bene per una durata non inferiore a 5 anni a partire dalla data di chiusura dell'investimento.

Obblighi della PMI ai fini dell' attestazione dell'avvenuta realizzazione degli investimenti
La PMI beneficiaria delle agevolazioni, a conclusione del programma di investimenti, si impegna a inviare al Banco di Napoli l'elenco delle fatture relative ai beni oggetto dell'investimento, secondo un apposito schema sottoscritto dal Legale Rappresentante in forma di DSAN.
L'azienda, attraverso specifica DSAN e clausola contrattuale, si impegna altresì a:

  • conservare gli originali delle fatture di cui all'elenco sopra indicato.
  • apporre su ognuna di esse la dicitura "fattura relativa al piano di investimenti di cui al finanziamento JEREMIE - Banco di Napoli stipulato in data .../.../... ".
  • conservare gli originali delle fatture e/o documentazione contabile a supporto per i 5 anni successivi alla scadenza del Programma Operativo (31/12/2015) ovvero fino alla scadenza del finanziamento se la durata è superiore a 5 anni.
  • esibire prontamente detti originali dietro semplice richiesta della Regione Calabria e/o del FEI e/o di Banco di Napoli e/o di altro soggetto incaricato all'effettuazione di controlli/monitoraggio sull'utilizzo di risorse comunitarie.
Documentazione
Scheda illustrativa
 icona pdf
Domanda di finanziamento
 icona pdf
NACE CODE Rev 2
 icona pdf

 

Modulistica da allegare alla domanda di finanziamento
Allegato 1 - Business Plan
 icona pdf
Allegato 2 - Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà sui parametri dimensionali dell'impresa
 icona pdf
Allegato 3 - Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà su Aiuti "de minimis" e requisiti vari di accesso
 icona pdf
Allegato 3bis -  Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà – beni usati
 icona pdf
Allegato 3ter - Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà  - immobili preesistenti
 icona pdf
Allegato 4 - Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà su appartenenza a Gruppo economico
 icona pdf
Allegato 5 - Dichiarazione sostitutiva Antimafia e C.C.I.A.A.
 icona pdf

 

Moduli per il calcolo dei parametri dimensionali
All. 2 - Prospetto per il calcolo dei dati sulle imprese associate o collegate
 icona pdf
All. 3 - Prospetto riepilogativo dei dati relativi alle imprese associate
 icona pdf
All. 3A - Scheda di partenariato relativa a ciascuna impresa associata
 icona pdf
All. 4 - Scheda n.1 imprese collegate – con conti consolidati
 icona pdf
All. 5 - Scheda n. 2 imprese collegate – senza conti consolidati
 icona pdf
All. 5A - Scheda di collegamento
 icona pdf
 
Condividi questa pagina con i tuoi amici!

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.
Per le condizioni contrattuali fare riferimento al Foglio Informativo, disponibile anche nelle filiali del Banco di Napoli. La concessione del finanziamento è soggetta ad approvazione del Banco di Napoli.